Settimana della Fotografia 20192019-09-05T07:24:47+00:00

Settimana della Fotografia 2019

Programma

Quest’anno il C.F.R. presenta una rinnovata impostazione della Settimana della Fotografia con nuove locations e collaborazioni con altre importanti realtà fotografiche dell’Oltrepò ed eventi correlati

PARTECIPAZIONE a Voghera Fotografia 2019

Sabato 14 settembre – domenica 6 ottobre

Castello Visconteo, Voghera.

In mostra le immagini delle donne del Circolo con una mostra collettiva dal titolo ‘Punti di vista

INAUGURAZIONE:

Settimana della Fotografia 2019 

Sabato 21 settembre, ore 17.00

Teatro Comunale di Rivanazzano Terme.

Presenta Laura Disperati, Presidente C.F.R.

PROIEZIONE FOTOGRAFICA:

WILD COLORED EYES …con la Natura negli Occhi di Bruno De Faveri

Mercoledì 25 settembre, ore 21.00

Ristorante Selvatico, Rivanazzano Terme

PRESENTAZIONE LIBRO:

DAI TUOI OCCHI SOLAMENTE

di Francesca Diotallevi, Neri Pozza Editore

Venerdì 27 settembre, ore 20.00

Ristorante Selvatico, Rivanazzano Terme

Presenta Elisabetta Balduzzi, Libreria Ticinum

Punti di vista

Circolo Fotoamatori Rivanazzanese 

Punti di vista è libertà di espressione. La stessa con cui esporranno in una collettiva i soci del C.F.R. di Rivanazzano Terme per ‘Voghera Fotografia’ e per la ‘Settimana della Fotografia’ di Rivanazzano Terme. Il punto di vista è un modo personale di osservare un oggetto, un momento o una situazione e coglierne l’attimo perfetto per una singola persona ma così differente nel complesso. È l’angolazione da cui si osserva il mondo così meraviglioso ed imponente per ognuno ma così diverso nelle sue sfaccettature.

Teatro di Rivanazzano Terme

Orario mostre: 

mercoledì, giovedì e venerdì 15.30-18.30 

sabato e domenica 10.30-12.30 e 15.30-18.30

Una storia di Accoglienza

Uliano Lucas

Nato a Milano nel 1942, Uliano Lucas cresce nel clima di ricostruzione civile e intellettuale che anima il capoluogo lombardo nel dopoguerra. Ancora diciassettenne, inizia a frequentare l’ambiente di artisti, fotografi e giornalisti che vivevano allora nel quartiere di Brera e qui decide di intraprendere la strada del fotogiornalismo. Poi arriva il coinvolgimento nelle riflessioni politiche scaturite dal movimento antiautoritario del ’68 e l’impegno in una lunga campagna di documentazione sulle realtà e le contraddizioni del proprio tempo. Uomo colto e visionario, Lucas lavora in quel giornalismo fatto di comuni passioni, forti amicizie e grandi slanci che negli anni ’60 e ’70 tenta di opporre una stampa d’inchiesta civile all’informazione consueta del tempo, poco attenta ad una valorizzazione della fotografia e imperniata sulle notizie di cronaca rosa e attualità politica. La chiusura della maggior parte dei giornali con cui collabora e i cambiamenti nel sistema dell’informazione e della produzione e distribuzione della notizia, lo portano però a diradare le corrispondenze giornalistiche per dedicarsi a inchieste di ampio respiro condotte insieme a giornalisti, sociologi e storici. E poi continua a raccontare i diversi volti del proprio tempo: i cambiamenti nel mondo del lavoro in una società ormai postindustriale, le realtà dell’emigrazione tra accoglienza, integrazione ed emarginazione, il mondo giovanile con la sua cultura e la sua irrequietezza in un quadro socio-politico segnato dall’incertezza e dalla fine delle ideologie.

Teatro di Rivanazzano Terme

Orario mostre: 

mercoledì, giovedì e venerdì 15.30-18.30

sabato e domenica 10.30-12.30 e 15.30-18.30

Luce sulla pellicola

Marco Balma

Incomincio a fotografare a 14 anni con la Leica di mio padre, per i miei 18 anni ricevo una Canon A1 con il classico trittico di obbiettivi e finalmente ho una mia macchina da poter utilizzare sempre… stampo e sviluppo il bianco e nero in camera oscura. Verso il 2000 abbandono la mia Canon e passo al digitale per una decina di anni… la mia passione per l’antiquariato e il collezionismo mi fa acquistare, così per gioco su Ebay, una macchina compatta Zeiss degli anni 50, dopo 10 anni tocco e carico un rullino fotografico in macchina…non ho più smesso, capisco che il digitale non fa per me, che mi mancava qualche cosa quindi abbandono completamente e definitivamente questo sistema. Sono tornato a svilupparmi da solo sia il bianco e nero che il colore e a stamparmi il bianco e nero in camera oscura. Utilizzo e posseggo circa trenta macchine fotografiche di diverso formato tutte completamente meccaniche dai primi del 900 agli anni 70. In fotografia non mi piacciono le regole ne le immagini troppo “pensate”, troppo “urlate”, troppo “tirate”, troppo “colorate”…”troppo”…anche se oggi con le tecniche digitali vanno molto di moda io preferisco una fotografia semplice, discreta, sussurrata e mai gridata, una fotografia modesta che parta dal cuore e dall’istinto e non dalle regole.

Galleria Art Art

Orario mostre: 

mercoledì, giovedì e venerdì 15.30-18.30

sabato e domenica 10.30-12.30 e 15.30-18.30

Donne Svelate

Cristina Duca

Cristina Duca è nata a Roma il 9 febbraio 1970. Laureata in scienze politiche, sposata e madre di due figli, ha coniugato le proprie esperienze professionali con la passione per le arti espressive. Negli ultimi anni ha maturato un sodalizio sempre più intenso con il mondo della fotografia collaborando a diverse iniziative. L’attrazione per la dimensione umana e quotidiana, ha in particolar modo guidato la sua crescita fotografica, trovando nella street photography una dimensione ideale seppur non limitativa per la sua ricerca espressiva. Cristina ama esplorare e sperimentare definendo la sua macchina fotografica “…un’amica fedele, una compagna che è sempre accanto a me…”

Biblioteca Civica P. Migliora

Orario mostre: 

mercoledì, giovedì e venerdì 15.30-18.30, 

sabato e domenica 10.30-12.30 e 15.30-18.30

Gente Comune

Angelo Baldi

Angelo Baldi nasce a San Giorgio di Lomellina nel 1961. Dalla metà degli anni ’80 inizia a interessarsi di fotografia e nel 1994 s’iscrive al gruppo Fotografico di Valle Lomellina. Dal 2012 fa parte del circolo fotografico IncontroLuce di Mede Lomellina di cui è l’attuale presidente. Dal 2016 fa parte anche dell’Associazione Fotografica di Frascarolo. Iscritto alla F.I.A.F. (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche) dal 1996, ha tenuto mostre personali e collettive a Pavia, Voghera, Casale Monferrato, Alessandria, Vigevano, Mortara, Garlasco, Cassolnovo, Mede, Valenza, Breme, Sartirana, Casteggio, Bressana, San Giorgio e Frascarolo.Predilige fotografare persone e raccontare situazioni spesso comuni, cercando sempre un proprio modo di vedere. Con la fotografia si diverte.

Stazione di Salice Terme

Orario mostre: 

mercoledì, giovedì e venerdì 15.30-18.30

sabato e domenica 10.30-12.30 e 15.30-18.30

Contatti…con tatto

Maurizio Peddis

Appassionato di viaggi, con l’Africa nel cuore ho cominciato a fotografare 15 anni fa. All’inizio senza un preciso indirizzo fotografico, spaziavo dai paesaggi, agli animali, alla street… con il tempo mi sono focalizzato sulle persone.  I volti, le espressioni, gli occhi, sono diventati elemento fondamentale della mia ricerca.  Il viaggio, a questo punto è’ diventato il punto di contatto con popolazioni di tutti i continenti. Sono attratto da tutto quello che è’ distante dal nostro mondo occidentale. Lo scatto rappresenta il culmine di uno scambio dove le parole lasciano spazio ai sorrisi, ai gesti. Con il soggetto creo un rapporto che mi resta impresso nella mente e che torna a galla ogni volta che rivedo la fotografia. Non cerco lo scatto rubato. I miei “volti” mi guardano. Gli occhi al centro. E l’anima trasmette l’emozione del momento.

Terme di Rivanazzano Terme

Orario mostre: 

mercoledì, giovedì e venerdì 15.30-18.30

sabato e domenica 10.30-12.30 e 15.30-18.30

Wild colored eyes

Bruno De Faveri

Bruno De Faveri, fotografo naturalista è nato a Tortona, in provincia di Alessandria il 3 febbraio 1963. Comincia a fotografare in modo amatoriale all’inizio degli anni ’90, dopo aver visto all’opera fotografi della National Geographic Society in Madagascar. In questo decennio di approcci, tentativi, soddisfazioni e delusioni, fotografa la natura in tutte le sue forme.  Dal 2000 il suo modo di scattare assume una connotazione più professionale. Collabora con riviste e agenzie nazionali e straniere, autori di guide naturalistiche e pubblicazioni del settore.  Il lavoro di fotografo naturalista lo porta in varie parti del mondo, dal Polo Nord al Madagascar, dalla Scozia alla Florida, alla Mauritania, all’India, all’Alaska, alla Mongolia, all’Indonesia, alla Costa Rica…. ma l’amore, fotograficamente parlando, più grande, resta sempre per le rive del fiume Scrivia e per la Valle Vigezzo, luogo di nascita materno.

Albergo Ristorante Selvatico

Orario mostre: 

mercoledì, giovedì e venerdì 15.30-18.30

sabato e domenica 10.30-12.30 e 15.30-18.30

I colori dei sogni

Leonello Sala

Sala Leonello, nato a Retorbido nel lontano 1945 ho cominciato a fotografare più di 40 anni fa, quasi sempre in B/N fino all’arrivo del digitale. Come tutti ho cominciato con il fotografare amici, parenti, paesaggi di casa;per anni mi sono aggirato per l’Oltrepo per cercarvi i segni di quella tenace volontà di resistenza all’incuria ed abbandono che sembrava inevitabile. Da allora ho capito che la fotografia poteva essere un mezzo straordinario per esprimere il mio punto di vista sulle cose ,sulla vita, il mio spazio di libertà. Ho affrontato vari generi fotografici, soprattutto reportage ma anche ritratto e paesaggio, sempre disponibile comunque aad ampiarli ed integrarli. Molte delle foto che ho prodotto sono state esposte in mostre che ho realizzato da solo o in collaborazione con il gruppo di appartenenza. Tutti ormai sono concordi nell’ammettere che la fotografia raramente racconta la verità;ognuno di noi riesce solo a raccontare la propria verità ed è normale che sia così. L’importante è mantenere sempre viva la curiosità e la voglia di indagare, ora come la prima volta. Membro del fotoclub ImmaginIria Voghera.

Gustò by Bina

Orario mostre: 

le mostre sono visitabili durante gli orari di apertura delle attività commerciali ospitanti.

Gruppo Fotografico F.365

Autori Vari

Il Gruppo Fotografico F.365 si è costituito nel gennaio 2015 a Voghera con l’intendimento di svolgere attività come mostre, corsi, incontri formativi, rassegne, dibattiti, conferenze, tavole rotonde, videoproiezioni, manifestazioni, ecc, nonché la collaborazione con altre associazioni, con enti pubblici e privati.  Il comune orientamento dei soci è quello di praticare la fotografia ricercando con questo mezzo tecnico lo strumento attraverso il quale estrinsecare le proprie capacità espressive e creative. Un particolare interesse riguarda l’integrazione con altre discipline artistiche e culturali quali la poesia, la musica, la pittura, la scultura, il cinema, ecc, riservando alla fotografia la centralità e l’aspetto significativo. L’attività del Gruppo è indirizzata alla promozione, all’incremento e alla diffusione della cultura fotografica in ogni suo aspetto.

Orario mostre: 

le mostre sono visitabili durante gli orari di apertura delle attività commerciali ospitanti.

Dislocazione Mostre

  1. Teatro di Rivanazzano Terme
  2. Terme di Rivanazzano Terme
  3. Biblioteca Civica P. Migliora
  4. Galleria Art Art
  5. Albergo Ristorante Selvatico
  6. Gustò by Bina
  7. Stazione di Salice terme
  8. Covo 28
  9. Abbigliamento Merceria Rizzotti
  10. Tabaccheria Gentilissimi
  11. Riva del Gusto
  12. Ottica Sala
  13. Alimentari Salumeria Salvadeo
  14. Panificio Le Caldare
  15. Panetteria Pasticceria Betty