Marco Balma2019-05-08T06:46:25+00:00

Project Description

Marco Balma

Marco Balma 13 Luglio 1965

Incomincio a fotografare a 14 anni con la Leica di mio padre, per i miei 18 anni ricevo una Canon A1 con il classico trittico di obbiettivi e finalmente ho una mia macchina da poter utilizzare sempre… stampo e sviluppo il biancoenero in camera oscura. Verso il 2000 abbandono la mia Canon e passo al digitale per una decina di anni… la mia passione per l’antiquariato e il collezionismo mi fa acquistare, così per gioco su  Ebay, una macchina compatta Zeiss degli anni 50, dopo 10 anni tocco e carico un rullino fotografico in macchina… non ho più smesso, capisco che il digitale non fa per me, che mi mancava qualche cosa quindi abbandono completamente e definitivamente questo sistema. Sono tornato a svilupparmi da solo sia il biancoenero che il colore e a stamparmi il biancoenero in camera oscura. Utilizzo e posseggo circa trenta macchine fotografiche di diverso formato tutte completamente meccaniche dai primi del 900 agli anni 70. In fotografia non mi piacciono le regole ne le immagini troppo “pensate”, troppo “urlate”, troppo “tirate”, troppo “colorate”…”troppo”… anche se oggi con le tecniche digitale vanno molto di moda io preferisco una fotografia semplice, discreta, sussurrata e mai gridata, una fotografia modesta che parta dal cuore e dall’istinto e non dalle regole. In quasi quarant’anni ho scattato  migliaia di immagini su pellicola…